Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione del sito autorizzi l'uso dei cookie come descritto nella nostra Cookies Policy.

Stampa

 

Nuove misure di contrasto alla somministrazione illecita

 stop

La Fondazione Studi Consulenti del Lavoro ha realizzato un interessante documento di approfondimento, pubblicato sul proprio sito, con il quale viene esaminata la nuova disciplina, l’ambito di applicazione, gli obblighi posti dal Legislatore, il nuovo regime sanzionatorio e i casi di esenzione.

 

A partire da questo anno il Governo ha previsto nuove misure di contrasto alla somministrazione illecita di manodopera.

Il D.L. n. 124 del 26/10/2019 - c.d. collegato fiscale alla legge di Bilancio - convertito, con modificazioni, dalla L. 157/2019, apporta modifiche alla disciplina in materia di appalti e subappalti, ritenute e compensazioni, ed estende il regime del c.d. reverse charge in conformità all'art. 17, comma 6, lettera a-ter, DPR 633/1972 con applicazione dell'IVA a carico del destinatario della fattura.
La decorrenza della nuova disciplina è fissata al 1° gennaio 2020, mentre per le modifiche al reverse charge serve l’autorizzazione del Consiglio dell’Unione Europea.
La Fondazione Studi Consulenti del Lavoro ha realizzato un interessante documento di approfondimento, pubblicato sul proprio sito, con il quale viene esaminata la nuova disciplina, l’ambito di applicazione, gli obblighi posti dal Legislatore, il nuovo regime sanzionatorio e i casi di esenzione.

VAI ALLA NOTIZIA